Paola Parigi panelist all’evento di ASLA «Diritto al Futuro»

Paola Parigi tra i relatori dell’importante evento organizzato da ASLA (Associazione Studi Legali Associati) a Milano, Palazzo Mezzanotte il 18 maggio.

All’evento, si legge nel sito dedicatogli da ASLA, concepito come un talk non-stop, si susseguiranno conferenze, tavole rotonde, workshop e discorsi tenuti da professionisti, esperti, studiosi, operatori ed esponenti di primo piano del panorama economico, sociale e culturale italiano e internazionale.

Gli importanti relatori sono chiamati a discutere, provocare e confrontarsi sui grandi temi dell’innovazione, sulla professione del domani, tra intelligenza artificiale e competenze umane e scientifiche.

Paola Parigi interverrà alla tavola rotonda dal titolo «Governance degli studi legali» in qualità di esperta di gestione dello studio e progetti di governance in particolare per la cooperativa tra avvocati, di cui ha curato le prime tre esperienze del Paese.

Clicca qui per vedere la presentazione sul sito.

Alla tavola rotonda interverranno anche Francesco Paolo Bello, managing partner di Polis Avvocati, il primo studio legale costituitosi nella forma della cooperativa nel marzo del 2017.

Tra gli interventi, significativo anche quello di Giuseppe La Scala, managing partner dell’omonimo studio, primo in Italia a costituirsi in forma di S.p.a.

Clicca qui per scaricare il programma.

Le aree tematiche coperte dall’evento sono:

Formazione
La preparazione dei giovani verso il mondo del lavoro parte dalla loro formazione che oltre all’Università hanno bisogno di competenze apprese con altre esperienze.

Mercato
Gli studi legali possono restare sul mercato e continuare a offrire i propri servizi se colgono e interpretano i cambiamenti richiesti dal mercato.

Organizzazione
Riusciranno le nuove tecnologie a cambiare il modo di concepire e gestire l’attività professionale in tutte le sue fasi e processi?

Diversity
Innovazione significa non solo tecnologia ma anche forme di organizzazione inclusive e rispettose dei diritti e dei valori di tutti e tutte. Le differenze (tutte) e la loro inclusione sono motore/fattore di innovazione delle organizzazioni e, quindi, anche degli studi legali.